Commenti disabilitati su FACCIAMO FIORIRE 10, 100, 1000 COMITATI CITTADINI PER IL LAVORO DIGNITOSO!

9 Feb. 2017

L’affronto fatto dai dirigenti della Regione Calabria al Comitato Cittadino per il Lavoro Dignitoso il 7 Febbraio 2017 è motivato dal desiderio di continuare a trasferire i fondi pubblici nelle tasche dei privati senza nessuno altro impiccio, né pianificazione strategica, né Comitati di disoccupati e di precari. Il tasso di occupazione in Calabria è del 38% mentre più di 3 persone su 10 sono a rischio di povertà.

E chiaro che questi dirigenti confondono assistenzialismo e intervento pubblico. Rimane che la Costituzione italiana è fondata sul lavoro, sulla solidarietà nazionale e sopra una economia mista. La Costituzione fa obbligo ai veri livelli di governo intervenire, anche con cooperative e enti pubblici in favore delle fasce sociali più deboli e delle regioni periferiche o montane. La Costituzione, salvata dal popolo italiano durante il referendum del 4 Dicembre 2016, va rispettata.

FACCIAMO FIORIRE 10, 100, 1000 COMITATI CITTADINI PER IL LAVORO DIGNITOSO!

Federiamo tutti i Comitati cittadini dei disoccupati e dei precari della Calabria e dell’Italia.

Le nonne e i nonni italiani non devono sostituirsi con le loro speso derisorie pensioni allo Stato sociale smantellato da chi fa politiche solo per arricchire il 1 % già più ricco!

Le mamme e i padri non devono disperarsi per trovare una giornata di lavoro al nero per pagare la mensa o i libri ai figli e le bollette!

Le studentesse e i studenti non devono rinunciare ai studi perché tanto non servono a niente visto la grottesca meritocrazia all’italiana con la quali i risultati dei concorsi sono dubbiosi e certi posti sembrano diventati ereditari!

I giovani in generale non debbono più essere insidiosamente convinti che la loro vita sarà peggiore di quella dei genitori.

Non esiste fatalità socio-economica. I popoli fanno la Storia.

Il mondo non è mai stato così produttivo mentre la distribuzione delle ricchezze non è mai stata così disuguale. 10 persone in Italia possiedono più ricchezze dei 3 milioni meno ricchi. Il 20 % più ricco dispone di più dei 2/3 delle ricchezze nazionali.

Il lavoro dignitoso e i servizi sociali essenziali toccano a tutti, sono dei diritti costituzionali sacri.

Il CCLD di San Giovanni in Fiore chiama a fare fiorire 10, 100, 1000 CCLD in tutta la nostra Provincia. Assicura a tutte e a tutti della suo solidarietà.

Comitato Cittadino per il Lavoro Dignitoso.

Comments are closed.