LO STATUTO

Posted: 12th luglio 2016 by rivincitasociale in Comitato Cittadino per il Lavoro Dignitoso
Commenti disabilitati su LO STATUTO

STATUTO

del

COMITATO CITTADINO PER IL LAVORO DIGNITOSO

Articolo 1 – Il Comitato Cittadino per il Lavoro Dignitoso (CCLD) è una organizzazione ad hoc dei disoccupati, dei precari e di tutto il mondo del lavoro in generale di San Giovanni in Fiore. E creato per difendere il diritto costituzionale ad un lavoro dignitoso per tutte e tutti. Il CCLD è una organizzazione civile, pacifica e costruttiva, aperta a tutte e a tutti quelle/i che ne condividono lo Statuto. Poiché si tratta di un diritto costituzionale, il CCLD lancia uno appello alla formazione ovunque in Calabria e in Italia di simili comitati ed alla formazione di una Federazione regionale e nazionale capace di unire tutti questi Comitati Cittadini.

Articolo 2 – L’Assemblea Generale (AG) del CCLD è l’unico organo sovrano. Tutte le decisioni importanti di strategia o di tattica debbono necessariamente essere discusse e decise a maggioranza nella AG.

Articolo 3 – L’AG del CCLD nomina un piccolo Gruppo di Responsabili (GR) rispettando la parità di genere. Questo Gruppo di Responsabili si fa carico della gestione quotidiana – mantenimento della lista con le presenze, comunicazioni con i membri, comunicazioni ufficiali ecc. Tutte/i membri possono chiedere chiarimenti al GR durante le AG. L’AG può revocare o nominare i Responsabili a maggioranza secondo i bisogni. L’AG sola ha il potere di nominare i membri delle delegazioni che dovranno negoziare con i vari interlocutori regionali, municipali o altri.

Articolo 4 – Il primo obbiettivo del CCLD è di fare pressione sui governi regionale e municipale per creare delle cooperative pubbliche funzionali alla realizzazione dei progetti presentati dal CCLD. Oltre ai fondi regionali e municipali, questi progetti possono attingere ai fondi europei purché la Regione e/o il Comune si facciano carico del cofinanziamento. Le cooperative pubbliche possono operare in modo autonomo o in partnership con gli Enti pubblici oppure con il settore privato, in modo da creare un nucleo di sviluppo locale sostenibile, capace di indurre sinergie sul medio e lungo termine.

Articolo 5 – I membri originari del CCLD sono eredi degli Invisibili, gruppo ormai sbandato; sono in particolare eredi dei progetti da loro scritti e della strategia che questi progetti impongono.

Articolo 6 – Tutte e tutti possono aderire al CCLD senza nessuna eccezione purché né condividono lo Statuto.

Articolo 7 – Tutte e tutti le iscritte/i sulla lista del CCLD sono soci potenziali della o delle cooperative pubbliche eventualmente create. La scelta finale delle candidate/i da impiegare sarà compiuta sulla base delle presenze alle varie manifestazioni o agli altri eventi chiamati dalla Assemblea Generale oppure dai membri eletti responsabili del CCLD. In secondo luogo, se serve, si utilizzerà un sorteggio come mezzo di selezione. Eventuali altri criteri dovranno essere approvati dalla AG.

Comments are closed.